Oggi manifestazioni studentesche in 20 città

Contro Monti e l’austerity la rete «StudAut»

Contro Monti e l’austerity la rete «StudAut»

Gli studenti medi della rete «StudAut» manifesteranno oggi in 20 città contro il governo Monti e le politiche dell’austerità. Sono previsti cortei a Roma, con partenza alle 9 da Piramide, a Bologna e Modena, Brescia, Firenze e Pisa, Napoli, Palermo e Lecce e in molte altre città come Catanzaro o Piacenza.
Dopo le mobilitazioni dei docenti precari contro il concorso bandito nella scuola, quella di oggi sarà la prima data autunnale delle mobilitazioni studentesche (venerdì 12 ottobre sarà il turno dell’Unione degli Studenti che ha convocato cortei e manifestazioni in tutto il paese).
L’invito alla mobilitazione, si legge sul sito d’informazione infoaut, è scaturito da una riunione in Val Susa nel giugno scorso quando questa rete degli studenti si è incontrata durante un campeggio No Tav.
Nell’appello diffuso in rete e ripreso dagli eventi facebook che hanno lanciato i cortei nelle città, StudAut riconosce alle lotte studentesche «un’importanza strategica».
Il «soggetto studentesco» viene inserito in una «costellazione di lotte» per il lavoro, dall’Ilva all’Alcoa, contro l’alta velocità, per i beni comuni o per l’ambiente.
La meritocrazia sarà l’obiettivo polemico di tutti i cortei. «Con questa parola d’ordine – affermano gli studenti – si vuole nascondere un progetto di un’istruzione soggiogata alle logiche di mercato e accessibile solo a chi dispone di un certo livello di reddito».
L’obiettivo generale resta il governo Monti verso il quale «sta crescendo una sfiducia – si legge ancora nell’appello – fondata sui problemi economici e sociali che le famiglie, i lavoratori, e non solo noi studenti, affrontiamo nella vita quotidiana». L’hashtag su twitter per seguire le manifestazioni è #5ott.
(roberto ciccarelli)

0 comments

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Sign In

Reset Your Password