Susanna Ronconi

A 40 anni dal Settantasette e a 35 anni dalla fuga dal carcere di Rovigo, torna in forma ampliata "Miccia corta" di Sergio Segio, un classico della memorialistica degli anni settanta

Resta in semilibertà ma non potrà più scrivere di mafia e droga

L'ex leader di Prima Linea racconta l'assalto al carcere di Rovigo per liberare la sua donna, anche lei terrorista, Susanna Ronconi. A un certo punto se n'esce con la storia di Pertini e dei "partigiani afghani"

Sergio Segio scrive a Stefano Cappellini che su "Il Riformista" aveva recensito il libro "Miccia Corta"

«Miccia corta» di Sergio Segio, ovvero il racconto dell'azione che portò alla liberazione di alcune detenute politiche di «Prima Linea» raccontata da uno dei protagonisti dell'assalto al carcere di Rovigo

A colmare la mia ignoranza su questa storia anni settanta ecco arrivare "Miccia Corta-Una Storia di Prima Linea" il racconto di Sergio sull'evasione

Il racconto dell' assalto al carcere femminile di Rovigo, il 3 gennaio 1982, intersecato alle riflessioni ed ai ricordi di un' epoca, quella degli anni di piombo, vissuta realmente in ''prima linea''

La recensione di "Vita" del libro "Miccia corta" di Sergio Segio sulla storia di Prima Linea e l'assolto al carcere di Rovigo

È il 3 gennaio del 1982 e sono passate da poco le 15,30 quando una potente carica di esplosivo, ben venti chili, distrugge le mura di cinta del carcere femminile di Rovigo.

Non è un libro semplice Miccia corta di Sergio Segio. La sua introduzione rappresenta uno dei documenti più impietosi sulla ”guerra di bassa intensità” combattuta in Italia tra gli anni Settanta e Ottanta

Sign In

Reset Your Password