Sergio Segio

Carcere & Giustizia. Tre vicende connesse: Cesare Battisti in sciopero della fame per protestare contro un illegittimo isolamento carcerario. Il Partito Radicale promuove con la Lega un referendum sulla giustizia che si dimentica del carcere. I giudici di Modena archiviano ...
leggi di emergenza

Gli arresti odierni avvenuti a Parigi di ex militanti italiani degli anni Settanta, persone anziane, in alcuni casi gravemente malate come Giorgio Pietrostefani, a quasi mezzo secolo di distanza dai fatti per i quali sono stati condannati con le sbrigative ...

Pubblichiamo la parte introduttiva di un intervento di Sergio Segio che, a partire dalla serie Netflix SanPa, ricostruisce il contesto storico e politico della scena delle tossicodipendenze e la battaglia culturale che si sviluppò attorno a quelle problematiche e alle ...

13 persone morte in stato di detenzione nell’arco di poche ore, un evento senza precedenti nella storia delle carceri italiane. Dopo cinque mesi nulla si conosce pubblicamente sulle cause e circostanze di quella strage
Haidi Giuliani

In occasione del 19 anniversario dell'uccisione di Carlo Giuliani durante le manifestazioni contro il G8 di Genova, riproponiamo qui un colloquio-intervista tra Toni Negri e Sergio Segio, pubblicato nel marzo 2002 in un dossier dell'agenzia Testimoni di GeNova

L'XI "Libro Bianco sulle droghe 2020", realizzato da un'ampia rete di associazioni, è stato presentato in occasione della Giornata mondiale sulle droghe. Pubblichiamo qui l'intervento di Sergio Segio sulle morti in carcere

Sergio Segio ripercorre 25 anni di storia di Forum Droghe e Fuoriluogo per lo speciale del 25ennale dalla fondazione dell’associazione

Il racconto delle prime azioni e del percorso di formazione di Senza Tregua e di Prima Linea e un “Epilogo”, in cui l’autore racconta un progettato attacco a un carcere speciale, le torture a opera di polizia e carabinieri

Nel maggio 1941 con un amico, Apostolis Santas, si arrampicò sulle pendici dell’Acropoli e tolse la bandiera nazista dando vita al movimento di resistenza greco

Tra le cause scatenanti l’occupazione del Rojava ve n’è una che supera anche quella della difesa della “Fortezza Europa”: è la necessità per la Turchia e dei suoi alleati di distruggere il modello del confederalismo democratico

Sign In

Reset Your Password