NATO

Azov, Pravy Sektor e altre organizzazioni ucraine reclutano neonazisti da tutta Europa (Italia compresa) e dagli Usa
Ustica

Ricordiamo il 36° Anniversario della strage di Ustica e continuiamo il cammino verso la verità

Genocidio degli armeni. In verità, la Turchia, oggi, non è più semplice «baluardo orientale della Nato», ma anche centro nevralgico sia per frenare il flusso dei migranti sia per incentivarlo

Sardegna. Marcia pacifista contro l’operazione Nato a Teulada, pugno duro contro i 16 che martedì sono riusciti a entrare nel poligono. La protesta degli organizzatori e le polemiche sul comportamento della questura

«Non si spara sulla Croce Rossa», dicevano una volta il senso comune e le regole militari. Poi il linguaggio ipocrita della politica ha inventato le “guerre umanitarie” e anche quelle tradizioni sono andate in soffitta
Muri

La guerra fredda, da tempo riesumata dal Novecento, si appresta a diventare calda. I costi delle guerre, per il solo 2014, vengono quantificati in 180 mila vittime e 14 mila miliardi di dollari

la Libia è già nelle mani del Califfo. Que­sto è il risul­tato del genio stra­te­gico di Sar­kozy e Came­ron, per non par­lare di Obama, e da noi dell’ignavia di Ber­lu­sconi e dell’incompetenza del Pd

I bat­ta­glioni Don­bass, Azov, Aidar, Dnepr-1, Dnepr-2 e altri, che costi­tui­scono la forza d’urto della Guar­dia nazio­nale, sono costi­tuiti da neo­na­zi­sti sia ucraini che di altri paesi euro­pei

Sign In

Reset Your Password