Eta

Il Tribunale Europeo dei Diritti Umani è tornato ieri a condannare il Regno di Spagna, censurando stavolta la condanna inflitta dall’Audiencia Nacional al dirigente della sinistra indipendentista basca Tasio Erkizia nel maggio 2011

Spagna/Euskal Herria. Atmosfera diversa alle tradizionali manifestazioni di gennaio. La svolta delle politiche penitenziarie del governo Sánchez e il primo sì nella storia di EH Bildu alla legge di bilancio di Madrid. La destra attacca: «Persa la dignità»

Appello internazionalista per evitare la morte del prigioniero politico basco Patxi Ruiz

Le autorità di Francia e Spagna hanno escluso i prigionieri politici baschi dalle misure destinate ad alleggerire la popolazione carceraria di fronte alla grave pandemia di coronavirus

Paesi baschi. In un documento, anticipato da eldiario.es, l’organizzazione indipendentista dichiara lo scioglimento completo. Domani a Kanbo (Cambo-les-Bains), località dei Pirenei francesi, la conferenza internazionale

Paesi Baschi. Il comunicato inviato a due giornali locali. L'organizzazione si scioglierà la prima settimana di maggio

Il disarmo è avvenuto di fatto nell’ottobre 2011. Da quel momento in poi l’Eta, l’organizzazione separatista basca, ha scelto definitivamente la via della politica e non più quella dell’azione terroristica.

Euskadi, disarmo definitivo. L’organizzazione basca rivela alla polizia francese le coordinate dei suoi depositi. Duro il governo di Madrid: «Operazione mediatica per mascherare la sconfitta»

#YoDenuncio. In ottantamila alla manifestazione di solidarietà con i prigionieri politici
Ortegi

Paesi Baschi. Dopo più di sei anni di carcere, libero Arnaldo Otegi, il più importante dirigente politico del fronte indipendentista

Sign In

Reset Your Password