procura di Torino

Prevede revoca di patente e passaporto, divieto di dimora e di assemblea. Intervista a Jacopo Bindi: «Non c’è un processo perché non c’è un reato: è una valutazione politica» La notifica è arrivata giovedì: la procura di Torino ha richiesto la sorveglianza ...

Val Susa. Concluso il processo per gli scontri del 28 giugno 2015 a Chiomonte, pagano in 16. Il movimento: «È un attacco preciso, per quello che siamo»

Le misure cautelari di ieri sono state firmate dal pubblico ministero Antonio Rinaudo, sono 9 arresti domiciliari e sei obblighi di firma

In aule presidiate da forze di polizia come se fossero campi di battaglia, i dibattimenti di primo e di secondo grado si erano conclusi con pesanti condanne di gran parte degli imputati. Ora la Cassazione le sconfessa

La Cassazione annulla la condanna di 28 imputati per gli incidenti del 2011. Per altri chiede la rideterminazione della pena

Un licenziamento in tronco di un dipendente pubblico, da parte del segretario del partito di governo, in diretta televisiva, non si era mai visto. Per lo meno in democrazia.

Per l'insegnante di Torino licenziamento vicino, come vuole il Pd. Il giudice «scova» il reato nelle frasi dette contro i poliziotti. Intanto Minniti smentito dalla stessa polizia: nessuna bomba con chiodi

Valsusa. Manifestazione notturna fuori dal cantiere di Chiomonte, lacrimogeni e tre fermati. I tempi si allungano a dismisura mentre la Francia ha aperto una consultazione sul progetto

No TAV. Una donna ultra settantenne girava da mesi l’Italia sfidando la Procura di Torino, giungendo a farsi arrestare

Torino. Sempre più paradossale la giurisprudenza contro i No Tav. In un'udienza lampo la procura torinese ottiene la condanna a 8 mesi per violazione degli obblighi di arresti domiciliari

Sign In

Reset Your Password